Iniziativa

Vittorio Pampagnin  (scrittore ed ex sindaco di fiesso d’artico)

intervista

Maurizio Angelini, autore del nuovo libro dell’anpi di cadoneghe:

Gildo Valisari

Il processo davanti al Tribunale Speciale.

la resistenza di un comunista padovano e della sua famiglia  durante il fascismo

 

Il volume viene presentato, in una serata organizzata dall’ ANPI, Venerdì 14 Novembre 2008 alle ore 20.45 in Sala  Italo Calvino della Biblioteca Civica di Cadoneghe.

 

 

Claudio Valisari è un signore di quasi ottant’anni che vive all’ Arcella: è stato emigrante per quarant’ anni nella Svizzera Francese, dove ha lavorato, prima come cameriere poi come maitre in alberghi e ristoranti importanti; da pochi mesi ha smesso di fare il nonno vigile per il Comune di Padova.

Ma nel passato di Claudio c’è una ferita non ancora del tutto rimarginata, quella dovuta alle lunghe assenze di suo padre Gildo, che era nato nel 1901 a Padova, nella zona di Chiesanuova e che all’ Arcella è morto nel 1978.

Gildo, quando Claudio era bambino, era spesso assente da casa: era un antifascista militante, un comunista che fu processato e condannato dal Tribunale Speciale Fascista nel 1929, che fu inviato al confino nel 1936, che era continuamente sottoposto a sorveglianza da parte della Polizia, che ogni tanto entrava ed usciva dai Paolotti o da Piazza Castello, le due carceri padovane di allora. Solo con la Liberazione e con l’ avvento della democrazia Claudio e la sua famiglia avrebbero potuto avere Gildo più vicino: ma a questo punto fu Claudio che dovette andarsene lontano da casa, in cerca di lavoro.

Ritornato in Italia a godersi una meritata pensione Claudio Valisari ha fatto tutto il possibile per ricostruire la vita e la personalità di suo papà Gildo: e’ andato all’ Archivio Centrale dello Stato a Roma e si è procurato in copia tutto il voluminoso fascicolo che al sovversivo comunista Gildo Valisari era stato intestato nel Casellario Politico Centrale.

Maurizio Angelini, già dirigente scolastico del” Gramsci” di Padova e consigliere comunale di Cadoneghe, ha raccolto  e riordinato questa piccola montagna di carte: atti giudiziari, rapporti della Polizia e dei Carabinieri, verbali di interrogatori. Ne è uscito un agile volumetto, edito dall’ Associazione Nazionale Partigiani d’ Italia di Cadoneghe, che ripercorre la storia del processo intentato davanti al Tribunale Speciale Fascista  a Gildo Valisari e ad altri comunisti padovani nel 1928-29 per ricostituzione del disciolto Partito Comunista.

Dal volumetto esce una figura semplice e coerente, quella di Gildo Valisari, un militante che disse no  testardamente al fascismo; ma esce anche un affresco di famiglia, la famiglia Valisari, appunto, unita sia dagli affetti che dalla fede politica e provata- come successe a tante famiglie di lavoratori di allora- dalle privazioni e dalle malattie. Nel volume di Angelini si respira un’ epoca e si entra in un ambiente: quello operaio e popolare della Padova degli Anni Trenta, a Chiesanuova, a Voltabarozzo, ad Altichiero.