Giornata della memoria 2010

Il 27 gennaio verrà celebrata la Giornata della Memoria, nella quale il Paese
intero ricorderà le vittime dell’Olocausto, delle leggi razziali, delle
deportazioni; lo sterminio dei rom e degli omosessuali; tutti coloro che si
opposero ai massacratori, fino all’estremo sacrificio: antifascisti, militari, gente
comune, animata da generoso e incomparabile istinto umanitario.
Un’occasione preziosa di memoria collettiva, questa Giornata, ma anche di
ferma assunzione di responsabilità nel presente e per il futuro affinché si
rafforzi nel Paese quella coscienza civile necessaria a contrastare ogni
manifestazione di razzismo e antisemitismo ancor oggi presenti e diffusi in
Italia come nell’Europa intera.
L’Anpi impegna tutta l’Associazione affinché in collaborazione con le
Istituzioni, col mondo dell’antifascismo, della Resistenza, della deportazione
politica e razziale, delle comunità ebraiche, con le associazioni democratiche
e le forze sindacali, la Giornata della Memoria sia un evento effettivamente
nazionale.
Decisivo sarà il coinvolgimento del mondo della scuola e dei giovani tutti.
Il futuro ha la loro coscienza e le loro mani e l’impegno nella trasmissione
della memoria e dei valori di libertà, giustizia, pace e democrazia deve essere
massimo.
E di tutti.

ANPI nazionale